PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI: . 0172.430804

NUTRIZIONISTA

La scienza dell'alimentazione (della nutrizione o trofologia) è una scienza naturale, idealmente collocata tra medicina e biochimica. Cerca, con metodi scientifici, di capire i processi della nutrizione, da quelli digestivi a quelli metabolici, prevalentemente dell'essere umano.


  • RAST test allergologico 10 alimenti + 10 inalanti
    L'allergia si può considerare un'alterazione della risposta immunitaria: una sostanza normalmente innocua (allergene) viene considerata nociva e per questo motivo attaccata dalle difese immunitarie dell'organismo.
    La categoria di anticorpi che entra in gioco in una risposta allergica prende il nome di immunoglobuline E (IgE).
    Sfruttando questa peculiare caratteristica, si va alla ricerca di allergie alimentari o di allergie a sostanze esogene (es. inalanti), andando a coprire un vasto spettro di casistiche presenti nella popolazione.
  • REAZIONI AVVERSE AL CIBO Immunoglobuline G-MEDIATE
    Esiste una varietà di sintomi estremamente ampia che mina la qualità di vita dell'individuo e che può risultare refrattaria alle cure: gonfiore addominale, nausea, colon irritabile, dermatite, eczema, crampi, sinusite, infezioni ricorrenti, cefalea, ma anche scarsa concentrazione o astenia.
    Le reazioni avverse al cibo IgG-mediate rientrano nel quadro più generale delle reazioni non tossiche immunomediate che prevedono un'anomala risposta dell'organismo ad alimenti apparentemente innocui.
    L'accumulo progressivo di immunoglobuline di classe G specifiche verso un determinato alimento porta gradualmente allo sviluppo della sintomatologia che può coinvolgere la quasi totalità degli apparati dell'organismo. Le IgG, infatti, innescano uno stato infiammatorio che può raggiungere e colpire anche i bersagli meno facilmente riconducibili a problematiche alimentari. La possibilità di evidenziare l'eventuale presenza di IgG nel sangue del paziente rende l'analisi un affidabile strumento per identificare la reale causa dei sintomi.
  • PREDISPOSIZIONE GENETICA ALLA CELIACHIA
    La celiachia è una malattia multifattoriale con un'importante componente genetica. Prevede una forte reazione del sistema immunitario, scatenata dall'ingestione di glutine. In soggetti geneticamente predisposti determina un processo infiammatorio nell'intestino tenue con conseguente malassorbimento e manifestazioni extraintestinali.
    La possibilità di analizzare, con un semplice prelievo salivare, i polimorfismi associati a questa condizione consente di valutarne l'eventuale predisposizione.


Professionisti Specializzati